ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Task Force avvista presunti pirati, ma non può intervenire


mondo

Task Force avvista presunti pirati, ma non può intervenire

A pochi giorni dall’avvio della missione europea contro la pirateria, nel Golfo di Aden gli assalitori non si fermano e c‘è chi chiede maggiori poteri. I militari danesi della Task Force internazionale presente nell’area hanno avvistato un’imbarcazione con a bordo un gruppo di sospetti pirati, ritenuti i responsabili di un tentato arrembaggio contro una nave da crociera avvenuto il 30 novembre. Ma non hanno potuto procedere con arresti.

Gli attacchi nel trafficato Golfo di Aden e nell’Oceano Indiano al largo delle coste somale si sono intensificati quest’anno, in particolare negli ultimi mesi. La missione europea arriverà nell’area con sei navi da guerra e tre aerei per il pattugliamento marittimo. Subentrerà alla missione Nato operativa sulle stesse acque dalla fine di ottobre.

Domenica, i danesi hanno sventato un attacco alla nave da crociera “Nautica”, proveniente dalla Florida. A bordo c’erano circa seicento persone, 400 passeggeri, in larga parte americani, e 200 membri dell’equipaggio. Una nave italiana che partecipa alla missione Nato ha invece bloccato, martedì, un attacco che aveva come obiettivo cinque mercantili. Fonti Nato parlano dell’agguato multicoordinato più ampio mai visto finora.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Crisi politica: premier deciso a combattere l'opposizione