ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il costo della crisi in Europa

Lettura in corso:

Il costo della crisi in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

I riflessi della crisi finanziaria sull’economia reale sono sempre più evidenti. Ad alimentare le preoccupazioni arrivano i dati sul commercio al dettaglio che nell’eurozona in ottobre è sceso dello 0,8% rispetto a settembre e del 2,1% in un anno. Le vendite di generi alimentari, in particolare, sono calate dello 0,5% su base mensile. Numeri negativi anche per il comparto servizi. L’indicatore degli acquisti si è assestato per novembre su valore ben al di sotto delle attese degli analisti.

Alla luce di questi dati la Banca Centrale Europea procederà nel vertice di giovedì a un nuovo taglio dei tassi di interesse, il terzo in meno di due mesi. Il costo del denaro potrebbe scendere di cinquanta punti base, anche se alcune previsioni si orientano verso un ribasso più drastico. La zona euro nel terzo trimestre dell’anno è entrata ufficialmente in recessione. Il Fondo monetario internazionale per il 2009 prevede una contrazione della crescita dello 0.5% la peggiore per i 15 paesi dell’eurozona dal 1993.