ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dopo la fine del blocco all'aeroporto internazionale di Bangkok atterra il primo volo

Lettura in corso:

Dopo la fine del blocco all'aeroporto internazionale di Bangkok atterra il primo volo

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ arrivato da Phuket il primo volo dopo la fine dell’occupazione dell’aeroporto internazionale di Bangkok.

Trecentosette i passeggeri sul volo della Thai Airways che ha assicurato che, tra mercoledì e giovedì, altri aerei partiranno verso località straniere, come Sydney, Francoforte, Seul.

Dopo la decisione della Corte costituzionale thailandese di destituire il premier, il Pad, “l’alleanza del popolo per la Democrazia”, ha messo fine al blocco dei due aeroporti della capitale durato otto giorni.

La situazione torna così alla normalità e per molti viaggiatori finisce l’attesa.

La chiusura dell’aeroporto Suvarnabhumi, uno dei più grandi al mondo, e del Don Mueang, utilizzato per i voli interni, ha bloccato 350.000 passeggeri, tra cui molti turisti stranieri.

“Sono d’accordo con quello che il Pad sta facendo, ma non devono bloccare gli aeroporti”, ha detto un viaggiatore britannico.
“E’ molto scoraggiante per il settore del turismo, ne risentirà parecchio”, ha aggiunto un altro.

I manifestanti se ne vanno, ma avvertono che torneranno a protestare se le cose non cambieranno.

La Corte Costituzionale ha dissolto il partito al potere per brogli elettorali e bandito il premier Somchai Wongsawat per cinque anni dalla vita politica.

L’opposizione chiede lo scioglimento del parlamento – che lunedì dovrebbe eleggere il nuovo premier – e la convocazione di elezioni anticipate.