ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accordo di partnership con le ex repubbliche Urss

Lettura in corso:

Accordo di partnership con le ex repubbliche Urss

Dimensioni di testo Aa Aa

Un accordo di partnership con le ex repubbliche sovietiche. La Commissione europea vuole stringere legami più stretti con Ucraina, Moldavia, Georgia, Armenia, Azerbaigian e Bielorussia, ma non dà loro margine di speranza per una adesione in tempi rapidi all’Unione. All’indomani del conflitto russo- georgiano, su iniziativa di VArsavia e Stoccolma, i 27 hanno deciso di fare sforzi supplementari a est per controbilanciare l’Unione per il Mediterraneo. “L’accordo è pensata per avvicinare questi Paesi all’Unione. Ciascuno ha un obiettivo diverso e un diverso grado di sviluppo. Ma i livelli degli standar europei, che stanno cercando di raggiungere, sono uguali per tutti”.

Non si tratta di una manovra per estendere la sfera d’influenza, come ha spiegato il presidente della Commissione. “La guerra fredda è finita. E quindi non dovrebebro esserci più sfere d’influenza. Cui siamo assolutamente contrari”. La Commissione, che per l’unione ad Est ha stanziato circa 600 milioni di euro, si è detta pronta a negoziare con i sei altrettanti accordi d’associazione e definire una zona di libero scambio che un giorno potrebbe diventare una Comunità economica vera e propria. Nel primo semestre del 2009 si dovrebbe tenere un vertice, aperto anche alla Bielorussia, ma l’ultima dittatura d’Europa deve dare nel frattempo segni di buona volontà