ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Manifestazione della metallurgia a Bruxelles

Lettura in corso:

Manifestazione della metallurgia a Bruxelles

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli operai metallurgici e siderurgici europei hanno manifestato a Bruxelles per chiedere alle istanze dell’Unione di non dimenticare il mondo del lavoro nel momento in cui i 27 discutono sull’adozione del “pacchetto clima”. 8mila lavoratori provenienti da tutta Europa hanno manifestato in rappresentanza degli oltre 650mila addetti del settore nel continente. Gli operai non sono contro la protezione dell’ambiente, ma vedono un pericolo, dice questo manifestante austriaco: “Abbiamo già investito molto nella protezione dell’ambiente, vogliamo che anche i posti di lavoro vengano protetti, in modo da scongiurare il pericolo delle delocalizzazioni”.

Fra i dimostranti, una folta delegazione di dipendenti di Arcelor mittal che, proprio in questi giorni, ha annunciato un vasto programma di riduzione del personale, che coinvolgerà almeno 9mila addetti. Il segretario generale della Federazione europea dei metallurgici Peter Scherrer: “Siderurgia e metallurgia sono dei settori strategici perché sono alla base di tutta l’industria del metallo, un industria che è necessario preservare”. Dopo vivaci discussioni, Commissione, consiglio e parlamento europei sembrano aver trovato un accordo di compromesso su un regolamento per il taglio delle emissioni di CO2 nelle nuove automobili prodotte. Il nuovo regolamento prevede un sistema di gradualità e di sanzioni per i costruttori contravvenenti. L’accordo deve ora essere votato dal parlamento fra pochi giorni.