ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I funerali delle vittime di Mumbai

Lettura in corso:

I funerali delle vittime di Mumbai

Dimensioni di testo Aa Aa

Grande commozione in Israele ai funerali delle 6 vittime ebree della strage di Mumbai. Le più alte cariche dello stato e decine di migliaia di persone, hanno reso omaggio agli ospiti del centro Chabad di Mumbai presi in ostaggio e poi assassinati da due dei terroristi che hanno messo a ferro e a fuoco la capitale economica dell’India fra il 26 e il 29 novembre provocando 188 morti.

Particolare emozione ha destato la vicenda della famiglia del rabbino Gabriel Holtzberg, ucciso insieme alla moglie Rivka. Solo il figlioletto di 2 anni, Moshè si è salvato, grazie alla prontezza della sua governante indiana che è riuscita a scappare portandolo con sé. Alla cerimonia di suffragio svoltasi prima della partenza dall’India il bambino piangeva chiamando la mamma. Ora il bambino è stato affidato ai nonni materni.

Sul fronte delle indagini le autorità indiane confermano la pista pakistana. Gli attentatori, dieci, sarebbero partiti dal porto di Karachi, dirottando una barca indiana. Il Pakistan ha accettato di avviare un’inchiesta congiunta con l’India e, per mostrare la propria buona volontà, consegnerà alla polizia indiana una ventina di sospetti terroristi islamici. New Dheli ha biasimato con una nota ufficiale l’incapacità del governo pakistano di bloccare le attività terroristiche sul proprio territorio, ma ha assicurato di non voler rispondere con un’azione militare.