ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Thailandia, la Farnesina organizza ponte aereo per turisti italiani

Lettura in corso:

Thailandia, la Farnesina organizza ponte aereo per turisti italiani

Dimensioni di testo Aa Aa

Per i più fortunati, è la fine di un’odissea. Tra questi ci sono circa 500 cittadini spagnoli. Bloccati da giorni, insieme a migliaia di altri turisti, all’aereoporto internazionale di Bangkok, sono stati rimpatriati in mattinata grazie a un volo speciale allestito dal governo di Madrid. Nelle prossime ore toccherà ai circa 1.100 italiani, per i quali la Farnesina ha disposto un ponte aereo. Il ministro degli esteri Frattini conta di rimpatriarli tutti, in non più di due o tre giorni, pur precisando che non sono in condizioni di pericolo.

L’esercito thailandese continua intanto a presidiare i due scali di Bangkok, occupati da una settimana dai militanti dell’opposizione. I manifestanti chiedono le dimissioni del premier Somchai Wongsawat, accusato di essere una marionetta nelle mani dell’ex primo ministro in esilio Thaksin Sinawatra. La tensione è alta, in attesa di un verdetto della Corte costituzionale, che martedì potrebbe decretare lo scioglimento del partito al potere per frodi elettorali. Nelle ultime 24 ore, i militanti hanno permesso il decollo di una trentina di aerei diretti a Chiang Mai, a nord di Bangkok, e Phuket, a sud, per imbarcare i turisti lontani dalla capitale thailandese. Anche il governo di Parigi ha deciso di approntare due aerei per riportare a casa gli ottocento cittadini francesi costretti a un prolungamento fuori programma delle loro vacanze in Thailandia.