ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bangkok. I contestatori si concentrano all'aeroporto

Lettura in corso:

Bangkok. I contestatori si concentrano all'aeroporto

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutti all’aeroporto di Bangkok. I militanti d’opposizione del PAD smobilitano l’assedio al quartiere governativo, che era bloccato dal mese di agosto. L’obiettivo è andare a dar man forte ai manifestanti che da una settimana occupano lo scalo internazionale della capitale tailandese.

E’ fra le piste e le sale d’imbarco che potrebbe giocarsi l’ultima partita con il governo. La richiesta è sempre la stessa: le dimissioni del premier Somchai Wongsawat, accusato di essere una marionetta nelle mani dell’ex premier in esilio Thaksin Sinawatra.

La tensione sale alla vigilia di un importante verdetto della Corte costituzionale chiamata a decidere sulla richiesta di scioglimento del partito al potere e di due suoi alleati per sospette frodi elettorali.

Intando decine di migliaia di turisti stranieri continuano ad essere ostaggio di questo braccio di ferro. Alcuni hanno lasciato la capitale con la speranza di trovare un volo a Phuket o a Chang Mai.

Diverse compagnie aeree europee hanno inviato voli speciali per recuperare i propri cittadini bloccati in Tailandia. Ma ci vorrà tempo prima che tutti possano interrompere questa coda forzata delle vacanze.