ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Migliaia di turisti bloccati a Bangkok per le manifestazioni dell'opposizione

Lettura in corso:

Migliaia di turisti bloccati a Bangkok per le manifestazioni dell'opposizione

Dimensioni di testo Aa Aa

Ci vorrà almeno una settimana per rimettere in moto il principale aeroporto di Bangkok, una volta terminate le manifestazioni in corso. L’hanno annunciato nella capitale tailandese le autorità aeroportuali, nel settimo giorno di proteste da parte dell’opposizione.

La polizia, che ha ordinato alle migliaia di manifestanti di mettere fine ai sit-in nei due aeroporti della città, non sembra in realtà intenzionata a mettere in pratica le minacce di arresti e multe, e si limita a fare da cuscinetto fra le opposte fazioni.

Ieri infatti sono scesi in piazza anche i sostenitori del governo.

Le due parti sembrano comunque in attesa della sentenza della corte costituzionale, che deciderà domani se sciogliere il partito del premier Somchai Wongsawat, accusato di frode elettorale nel voto dell’anno scorso.

La crisi interna ha effetti anche sul piano internazionale, attraverso le migliaia di turisti che si sono trovati bloccati in Tailandia. Una novantina di italiani sono riusciti, faticosamente, a lasciare il paese, ma ne restano da rimpatriare più di 600.