ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La sinistra in testa in Romania

Lettura in corso:

La sinistra in testa in Romania

Dimensioni di testo Aa Aa

Alle elezioni in Romania per gli exit poll ha vinto la sinistra. In testa il partito del socialdemocratico Gioana con il 36 per cento dei voti. Indietro i democratico-liberali vicini al presidente Basescu, con il 31 per cento delle preferenze.

Bassa l’affluenza alle urne: nemmeno il 40 per cento. La reazione del leader del PSD, Mircea Geoana, è stata: “Siamo un partito forte, che sa mobilitarsi nell’interesse del popolo. Ci siamo meritati la vittoria. I quattro anni trascorsi sono stati difficili per noi e per il Paese. È arrivato il momento di dirigere la Romania in una nuova direzione, una direzione migliore.” Per il presidente del PDL, il Partito Democratico Liberale, la maggioranza dei romeni ha votato a destra, se si fa la somma dei voti che non sono andati ai socialdemocratici. “Questa sera, in queste elezioni – ha detto Emil Boc – i rumeni si sono pronunciati in maggioranza a favore della destra e hanno detto no alle politiche della sinistra per risolvere il periodo di crisi che ci aspetta.” In mancanza di una maggioranza assoluta, ago della bilancia potrebbero essere i nazional liberali del premier Tariceanu, che avrebbero ottenuto il 20 per cento. “Oggi dobbiamo mettere da parte le sterili polemiche e pensare a fare il nostro dovere – ha detto il premier -. I rumeni possono fidarsi di me, delle mie competenze e di quelle del Partito Nazional Liberale: siamo decisi a guidare la Romania verso una vita migliore.”