ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Liberi e tornati in patria i tre agenti tedeschi arrestati in Kosovo

Lettura in corso:

Liberi e tornati in patria i tre agenti tedeschi arrestati in Kosovo

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo dieci giorni di detenzione in Kosovo, sono stati rimessi in libertà i tre cittadini tedeschi arrestati dopo lo scoppio di una bomba davanti alla sede dell’Unione europea a Pristina.

La notizia di un loro imminente rilascio era stata diffusa ieri da un quotidiano di Monaco, che faceva riferimento a un provvedimento assunto per mancanza di prove.

Le accuse a carico dei tre sarebbero cadute, come spiega il loro avvocato kosovaro, perché giudicati innocenti, ma non è chiara la natura della disposizione che ha permesso ai tre uomini di far rientro a Berlino.

Sin dall’inizio della vicenda il governo tedesco ha chiesto la liberazione dei tre, che secondo la stampa sarebbero agenti dei servizi segreti, ed ha sempre negato il loro coinvolgimento nell’attentato dello scorso 14 novembre; attentato compiuto mentre erano al culmine le proteste di massa contro il via alla missione europea di polizia Eulex.