ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice franco-tedesco sulla crisi in Europa

Lettura in corso:

Vertice franco-tedesco sulla crisi in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Francia e Germania aspirano entrambe a risolvere la crisi finanziaria ed economica in Europa nel più breve tempo possibile, ma non c‘è ancora una totale convergenza sulle misure concrete da varare.

Il vertice franco-tedesco di Parigi si è concluso senza un vero accordo fra il presidente francese Nicolas Sarkozy e il capo del governo tedesco Angela Merkel su un piano di rilancio globale e concertato dell’economia europea:

“Siamo d’accordo sulla necessità di un coordinamento, siamo d’accordo sulla necessità di varare altre misure, la Francia ci sta lavorando, la Germania ci sta riflettendo – ha detto Sarkozy – Per quanto riguarda una riduzione generalizzata dell’IVA, la Francia condivide l’analisi della Germania: questa misura può essere adatta a certi paesi, penso alla Gran Bretagna. Ma per quanto ci riguarda noi constatiamo una riduzione dei prezzi. Allora non ci sembra necessario abbassare l’IVA quando già i prezzi scendono”.

La Germania ritiene di aver già fatto molto a livello nazionale, stanziando l’1% del proprio prodotto interno lordo in misure destinate a sostenere le aziende tedesche, piano che, per forza di cose, secondo Merkel, avrà delle ripercussioni positive a livello europeo:

“Ogni paese deve fare uno sforzo coerente e che dia una risposta europea alla crisi. Abbiamo un mercato comune, abbiamo una strategia di crescita comune in Europa. Sarebbe fatale se, in un periodo senza crescita, non ci fosse una risposta europea”.

Le decisioni su un piano di rilancio economico globale europeo sembrano dunque rinviate al Consiglio europeo dell’11 e 12 dicembre prossimi.