ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tiblisi denuncia: "Spari russi contro il convoglio presidenziale", ma Mosca smentisce

Lettura in corso:

Tiblisi denuncia: "Spari russi contro il convoglio presidenziale", ma Mosca smentisce

Dimensioni di testo Aa Aa

Spari sul convoglio della presidenza della repubblica georgiana. Li ha denunciati Tiblisi, accusando le forze russe, che però hanno smentito.
La dinamica non è chiara. In base a una prima versione fornita da una portavoce di Mikhail Saakashvili, le auto che trasportavano il capo di Stato georgiano e il presidente polacco Lech Kaczinski si stavano avvicinando a un chekpoint al confine con l’Ossezia del Sud, quando i soldati russi avrebbero aperto il fuoco.

Una versione poi confermata da entrambi in conferenza stampa. Kaczinski ha precisato:

“Mi chiedete come so che erano dei russi a sparare? Li ho sentiti gridare, e ho sentito da altre fonti, incluso il presidente, che in quel punto si trovano checkpoint russi, che e i russi non si sono ritirati da quella zona”.

Ma un testimone, che viaggiava con il convoglio, ha poi detto che a sparare, e solo colpi d’avvertimento in aria, sono stati miliziani osseti.

Nessuno è rimasto ferito ma il convoglio non ha potuto raggiungere la sua destinazione e ha fatto ritorno a Tiblisi.