ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I 27 impegnati sulla Pac

Lettura in corso:

I 27 impegnati sulla Pac

Dimensioni di testo Aa Aa

Parte ufficialmente mercoledì, a Bruxelles, la maratona ministeriale per la revisione della Politica agricola europea. I negoziati vertono su diversi punti: fine delle quote latte, fine del regime sovvenzioni-produzione, incentivo e aiuto allo sviluppo rurale, sostegno dei prezzi. Michel Barnier, ministro francese all’Agricoltura e presidente di turno die 27: “La ricerca di un compromesso non è cosa semplice, restano molti temi in sospeso e si tratta di problemi che dividono”

La riforma della Pac spaventa gli agricoltori europei. Che hanno manifestato a più riprese nelle ultime settimane. L’idea della Commissione è dirottare le sovvenzioni date finora alla produzione, a altri settori come lo sviluppo rurale e la protezione dell’ambiente. Bruxelles vorrebbe limitare anche il ricorso ai meccanismi che oggi sostengono il livello minimo dei prezzi .

Roger Waite, caporedattore di Agra Facts: “Il punto chiave è: più la politica agricola si basa sul mercato, maggior volatilità avremo nei prezzi, come risultato. Il ruolo dei fondi pubblici è sostenere le entrate legate al settore agricolo”.

La Pac può contare su un bilancio europeo blindato fino al 2013. Tuttavia, una la gestione oculata e severa dei fondi permette alla Commissione di realizzare ogni anno sul bilancio agricolo preziosi risparmi destinati a ritornare alle casse degli stati membri, in proporzione a quanto hanno versato, oppure a sostenere altri settori.