ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cem Ozdemir, un figlio di immigrati turchi alla guida dei verdi

Lettura in corso:

Cem Ozdemir, un figlio di immigrati turchi alla guida dei verdi

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la vita politica tedesca è una svolta significativa: i verdi sono il primo partito ad essere guidato da un rappresentante di una minoranza etnica.

Cem Ozdemir, di origini turche, nato nel Baden Wuerttemberg, da immigrati che negli anni ’60 contribuirono al miracolo economico del Paese, è stato eletto alla copresidenza del partito accanto a Claudia Roth.

Parlamentare europeo, moderato, pupillo della figura storica dei verdi Joschka Fischer, Ozdemir sostiene che le sue origini non devono giocare un ruolo nel suo impegno politico, ma che a contare sono i programmi.

“Voglio lottare con voi per una società in cui siano protagonisti tutti”, ha detto Ozdemir. “Poco importa di che origine siano, se i loro antenati siano venuti dal Kazakhstan o dall’Anatolia o se si siano battuti contro i romani. Tutti hanno la stessa importanza per noi”.

Paragonato dai suoi sostenitori a Barack Obama, Ozdemir, 42 anni, è stato il primo politico appartenente a una minoranza a diventare deputato,nel ’94.

La comunità turca, la più vasta con oltre due milioni e mezzo di persone, non si è facilmente integrata in Germania, un Paese che ha una legislazione sulla cittadinanza particolarmente severa.

Per la copresidente Claudia Roth, esponente della sinistra interna, è arrivato il momento che una nomina come quella di Ozdemir sia considerata normale in Germania. “Voglio lottare con voi contro il rifiuto della politica,, contro il populismo della destra e della sinistra, un veleno per la democrazia nel nostro Paese”, ha affermato.

Ora i verdi si preparano a giocare un ruolo centrale alle elezioni del prossimo anno, si prevede infatti che né l’Spd né la Cdu riusciranno ad avere i numeri per formare da soli un governo.