ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Avvio del vertice del G20, Bush difende nuovamente il sistema capitalistico

Lettura in corso:

Avvio del vertice del G20, Bush difende nuovamente il sistema capitalistico

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla Casa Bianca l’avvio del vertice del G20 sulla riforma del sistema finanziario. A partire dal Fondo monetario internazionale.

I Paesi emergenti come India e Cina vogliono contare di più, ad esempio riequilibrando il sistema di voto all’interno dell’Fmi in base al peso economico degli Stati.

Un vertice che parte zoppo, visto che George Bush si appresta a lasciare la Casa Bianca.

Il presidente uscente ha di nuovo difeso il sistema capitalistico: “Sarà il primo di una serie di incontri”, ha affermato. “Ci concentreremo su cinque obiettivi chiave: capire le cause della crisi globale, riesaminare l’efficacia delle risposte finora date, individuare i principi per una riforma dei nostri sistemi, finanziario e di regolamentazione, lanciare un piano di azione specifico per attuare questi principi, ribadire la nostra convinzione che i principi del libero mercato offrono il percorso più sicuro per un benessere duraturo.
Tutti i Paesi devono respingere gli appelli al protezionismo, al collettivismo, al disfattismo di fronte alla nostra sfida attuale”.

Gli europei chiedono un rafforzamento dei controlli sulla finanza, tra di loro c‘è chi è favorevole a un sistema di governance internazionale, cui si oppongono Stati Uniti e Canada.

E’ improbabile che il summit esaminerà – come chiede qualche Paese- i mezzi per rilanciare l’economia mondiale, dopo i dati sulla recessione in Europa e Stati Uniti.

Il G20 potrebbe creare un collegio di supervisori per le 30 banche più grandi al mondo e un sistema di allerta preococe oltre ad affidare a un gruppo di lavoro il compito di preparare una nuova riunione quando Barack Obama sarà alla Casa Bianca.