ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dal vertice Nato la risposta Usa a Mosca: "Una provocazione la minaccia dei missili a Khaliningrad"

Lettura in corso:

Dal vertice Nato la risposta Usa a Mosca: "Una provocazione la minaccia dei missili a Khaliningrad"

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ la riunione dei ministri della difesa della Nato, in corso in Estonia, lo scenario da cui arriva la replica statunitense alle recenti dichiarazioni del presidente russo Medvedev.

Robert Gates, segretarario alla Difesa di Washington indurisce i toni davanti alla richiesta del Cremlino, di sospendere lo scudo antibalistico in Polonia e Repubblica Ceca in cambio della rinuncia di Mosca a installare missili nell’enclave di Khalingrad.

“Il comportamento recente della Russia non è chiaro. Appena qualche ora dopo la fine delle elezioni negli Stati Uniti, il presidente russo Medvedev ha risposto minacciando di collocare propri missili a Khaliningrad. La nuova amministrazione statunitense non merita questa accoglienza”.

L’ipotesi dei missili russi sul Baltico è stata definita da Gates “una provocazione di Mosca”. Lo stesso termine ieri lo aveva usato il premier italiano Berlusconi, ma per accusare, inaspettatamente, gli Stati Uniti di una condotta “arrogante” nei confronti della Russia, che avrebbe quindi il diritto di ritenersi provocata dal progetto occidentale di espandere la Nato fino a Georgia e Ucraina e dallo stesso programma di uno scudo antimissile.