ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Slittano le elezioni, parlamento nel caos

Lettura in corso:

Slittano le elezioni, parlamento nel caos

Dimensioni di testo Aa Aa

Non ci saranno le elezioni anticipate previste in Ucraina a dicembre. L’annuncio è del capo dello stato Viktor Yushenko ha gettato il parlamento nel caos.

Ieri alla Rada i deputati del “Blocco Timoshenko” e quelli fedeli al presidente Yushenko sono arrivati alle mani. Poi hanno votato le dimissioni del presidente del parlamento Arseny Yatseniuk , che ha detto: “la democrazia è stata e continua ad essere minacciata. Cio’ che è accaduto oggi in parlamento lo dimostra. L’importante è non seppellire anche la democrazia nel funerale del parlamento ucraino”.

Yatseniuk, considerato vicino a Yuschenko, aveva già presentato da due mesi le proprie dimissioni, mai ratificate dal presidente ucraino.

Della tensione in aula e della messa alla porta del presidente dell’Assemblea, la premier Yulia Timoshenko ha accusato il suo ex alleato e attuale capo dello stato, Viktor Yushenko.

Secondo quest’ultimo rispetto alla scelta del nuovo governo è propritario fronteggiare la situazione finanziaria. Secondo molti osservatori invece l’obiettivo è acuire la crisi per favorire lo scioglimento anticipato delle camere.