ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cautela del Presidente Brasile su potenzialità G20

Lettura in corso:

Cautela del Presidente Brasile su potenzialità G20

Dimensioni di testo Aa Aa

Dal G20 non arriveranno soluzioni alla crisi finanziaria, ma sarà comunque un primo passo. A dirlo è stato Luiz Ignacio Lula da Silva, durante la sua visita di tre gioni in Italia. Secondo il Presidente brasiliano, accolto a Villa Madama dal premier italiano Silvio Berlusconi, il vertice in programma nel fine settimana a Washington, convocato d’urgenza tra i leader delle più grandi economie mondiali, servirà soprattutto a formulare proposte:

“Di sicuro – ha detto il Presidente brasiliano – non troveremo soluzioni, di sicuro nessuno di questi Paesi ha una soluzione e di sicuro 20 nazioni non troveranno una soluzione in un solo incontro. La nostra via d’uscita deve essere globale. Questa via d’uscita globale richiede di ripensare al ruolo delle istituzioni internazionali che hanno perso tanta rappresentatività negli ultimi anni”. Il leader brasiliano ha invocato il bisogno di una nuova architettura finanziaria mondiale al G20 dei ministri delle Finanze e i governatori delle banche centrali di San Paolo, la scorsa settimana.

Sull’appuntamento di Washington, il premier britannico Gordon Brown ha espresso il suo punto di vista: “Se riusciamo ad ottenere un accordo sul commercio – ha detto – , sono sicuro che si invierà un segnale molto importante contro il protezionismo. Ho parlato ai diversi partner e c‘è molto poco ora che divide i Paesi che si riuniscono per raggiungere un accordo”. Ma su questo punto potrebbe arrivare una frizione tra Londra e Washington. Il premier britannico teme infatti che Obama dia vita a un neo protezionismo, il che potrebbe forse incrinare la tradizionale “special relationship” tra i due Paesi.