ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli europei vogliono riformare il bilancio dell'Unione

Lettura in corso:

Gli europei vogliono riformare il bilancio dell'Unione

Dimensioni di testo Aa Aa

Cambiare la politica agricola comune, sopprimere lo “sconto” concesso a Londra, spendere meglio: sono le proposte emerse da una grande consultazione pubblica sulla riforma del bilancio dell’Unione lanciata dalla Commissione europea. Proposte che però non potranno diventare subito realtà. L’esecutivo europeo sottoporrà l’anno prossimo agli Stati membri tre opzioni.

“In Europa – ha detto Dalia Grybauskaité, commissario al bilancio e alla programmazione economica – per decidere qualcosa di più radicale c‘è bisogno di molto tempo, e di un consenso generale. Perciò è facile immaginare che potremo realizzare cambiamenti più radicali forse fra dieci anni, o più tardi ancora. Per questa ragione vorremmo che questa proposta strategica fosse più politica, meno concentrata sulle cifre e più sulle linee di condotta, e con diversi livelli d’ambizione sul lungo periodo”.

Il commissario vorrebbe lanciare il dibattito già a giugno, in occasione delle elezioni europee. Ma la Commissione potrebbe aspettare l’autunno.

Il bilancio attuale è di oltre 100 miliardi di euro all’anno, quasi la metà dei quali destinati agli aiuti all’agricoltura.