ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Basta con le misure standard per frutta e verdura

Lettura in corso:

Basta con le misure standard per frutta e verdura

Dimensioni di testo Aa Aa

I prodotti dell’orto torneranno a poter assumere forma e dimensione libere, come natura crea. Fino ad ora confinate sui banchi dei mercati rionali, carote storpie e cocomeri devianti dalla norma, insieme a meloni sottosviluppati e albicocche asimmetriche, avranno diritto di cittadinanza anche nei supermercati. L’unione europea si appresta a disfarsi delle regole sugli standard della merce ortofrutticola.

Dice il portavoce della Commissione europea: “Queste regole provocavano grandi sprechi perchè se delle mele o carote o altro non corrispondono al modello standard, a volte vengono gettate, un’assurdità in tempi di prezzi che aumentano nell’alimentare. Dopo questo voto si potranno vendere frutti e legumi quale che sia la loro forma, a patto che siano di buona qualità”.

Se i 27 voteranno mercoledì per cancellare le vecchie regole, 26 varietà di frutti e di legumi saranno libere di svilupparsi come capita. Ma 10 varietà dovranno ancora obbedire agli standard. “Ma è l’agricoltura moderna che fa tutto della stressa taglia, è utile per il commercio – dice un fruttivendolo al mercato biologico di Bruxelles – ma così si perdono le varietà più antiche, e si lavora con degli ibridi”.

Le verdure malformate dovrebbero tornare in circolazione dalla prossima estate.
Alcuni paesi come la Francia tuttavia voteranno contro,perchè temono che l’assenza di leggi lasci carta bianca ai supermercati che già impongono i loro dictat commerciali.