ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I missili russi preoccupano la Nato

Lettura in corso:

I missili russi preoccupano la Nato

Dimensioni di testo Aa Aa

Una pessima idea. Nato e Unione europea sono d’accordo nel giudicare inopportuna la decisione del presidente russo Dmitri Medvedev di installare strutture antimissilistiche nell’enclave di Kaliningrad. Un progetto che Mosca ha concepito in risposta allo scudo antimissile americano in Polonia e Repubblica Ceca.

Medvedev ha reso pubblico il progetto nel suo primo discorso alla Nazione, proprio nel giorno dell’elezione di Barack Obama.

“Installeremo i nostri missili se necessario con il solo obiettivo di neutralizzare il sistema di difesa americano”

La scelta di dispiegarli a Kiliningrad non è casuale: l’enclave russa si trova in un’area strategica tra Germania, Polonia e Lituania. Il presidente russo ha inoltre aggiunto che sarà sospeso lo smantellamento della base missilistica di Kozelsk, a sud ovest di Mosca.

Tra le reazioni piú preoccupate quella del ministro degli esteri tedesco, Frank Walter Steinmeier.

“L’annuncio del presidente russo Medvedev di installare una base missilistica a Kaliningrad rappresenta un segnale sbagliato nel momento sbagliato”.

Dal quartiere generale della Nato, a Bruxelles, si fa notare come il progetto di Mosca potrebbe non essere conforme agli accordi in materia di controllo degli armamenti. Ma la Russia non sembra preoccupata.