ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il nuovo sogno americano, Barack Obama

Lettura in corso:

Il nuovo sogno americano, Barack Obama

Dimensioni di testo Aa Aa

L’America ha osato e ha scelto il cambiamento: Barack Hussein Obama è il primo presidente afroamericano degli Stati Uniti, una vittoria travolgente dal democratico New Hampshire nel nord-est alla finora improbabile Virginia a sud.

Una vittoria che spazza via le barriere razziali nella politica americana. A Grant Park a Chicago è esplosa la festa.

“C‘è voluto tempo, ma stasera, grazie a quello che abbiamo fatto oggi, durante queste elezioni, in questo momento significativo, il cambiamento negli Stati Uniti è arrivato”, ha detto Obama.

Obama ha ricordato il cammino verso la presidenza, partito non dalle stanze del potere di Washington, e quello che lo attende d’ora in avanti: “Il percorso che abbiamo davanti sarà lungo, la salita sarà ripida, forse non ce la faremo in un anno o in un mandato, ma, America, non ho mai avuto tanta speranza quanta ne ho stanotte, che ce la faremo, ve lo prometto ce la faremo”.

Gli americani hanno bocciato gli otto anni di amministrazione Bush e abbracciato l’appello al cambiamento, a partire dall’economia, leitmotiv della campagna di Obama: “Di fronte al cinismo e al dubbio, e a coloro che ci dicono che non si può noi rispondiamo con questa convinzione immutabile che riassume lo spirito del nostro popolo, “Yes we can”.

Il ticket Obama-Biden ha ottenuto almeno 338 grandi elettori ben oltre i 270 necessari.
Conquistati anche Florida e Ohio che nel 2004 votarono Bush e il voto popolare, cosa che a un presidente democratico non accadeva dai tempi di Carter.