ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Un sistema elettorale complesso, la scelta del presidente è indiretta


mondo

Un sistema elettorale complesso, la scelta del presidente è indiretta

Non sono i cittadini a scegliere direttamente il presidente statunitense. Il sistema elettorale americano riflette il carattere federale degli Stati Uniti ed è frutto del lavoro dei padri costituenti alla fine del ’700.

Tutto ruota attorno al “collegio elettorale”: è formato da 538 “grandi elettori”, pari al numero dei membri del Congresso. Vince chi ne ottiene 270.

I cittadini sulla scheda esprimono la preferenza per un candidato presidente, ma in realtà eleggono una lista di “grandi elettori” associati con lui.

Infatti il loro numero varia Stato per Stato. Sono minimo tre, come nel District of Columbia. La California, lo Stato più popoloso, ne ha 55.

I voti dei cittadini si contano Stato per Stato. Il candidato che raccoglie più voti in ognuno di essi, anche un solo voto in più, ottiene tutti i grandi elettori di quello Stato.

I grandi elettori, spesso politici locali, si riuniranno per eleggere presidente e vicepresidente il 15 dicembre nelle capitali di ogni Stato.

C‘è chi critica questo sistema perché non riflette la volontà dei cittadini, visto che si può vincere senza ottenere la maggioranza assoluta dei voti della popolazione, come accadde con Bush nel 2000.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

USA