ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Europa: la crisi blocca la crescita

Lettura in corso:

Europa: la crisi blocca la crescita

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ rischio recessione per la zona euro. La Commissione europea ha tagliato drasticamente le previsioni di crescita di Eurolandia fino al 2010, riducendo i valori sia rispetto ai precedenti dell’Unione sia rispetto a quelli del Fondo Monetario Internazionale.

“La situazione nei mercati resta precaria e non siamo fuori dalla crisi. – spiega
il commissario europeo agli affari economici Joaquin Almunia – Questo significa che i ceti deboli aumentano, la crisi sta aggravando gli squilibri marco-economici in diversi paesi. Sul fronte positivo, la pressione inflazionistica sta diminuendo, ma questo – compreso l’aumento del prezzo del petrolio – in una certa misura riflette anche una domanda debole”.

Il prodotto interno lordo per l’anno prossimo, secondo le stime, si assesterà intorno allo 0,1%, valore vicino alla stagnazione. Qualche spiraglio di ripresa è previsto per il 2010, con una crescita dello 0,9%. Situazione ancora più grave per l’Italia dove la stasi diventa recessione: crescita zero per la seconda metà del 2008 e per il 2009.

I numeri saranno discussi ai tavoli di Eurogruppo ed Ecofin in vista del possibile taglio dei tassi di interesse della Banca Centrale Europea e per il prossimo vertice del G20 sulle nuove regole del sistema finanziario mondiale.