ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gordon Brown ai Paesi del Golfo: finanziate l'FMI

Lettura in corso:

Gordon Brown ai Paesi del Golfo: finanziate l'FMI

Dimensioni di testo Aa Aa

Il premier britannico Gordon Brown, in visita nei paesi del Golfo, si aspetta che questi siano la chiave di volta della crisi finanziaria mondiale e lo dichiara pubblicamente.

La sua opinione sembra essere del tutto condivisa, ma Brown vorrebbe che stati come l’Arabia Saudita si esponessero nel risollevare le economie in crisi contribuendo a sostenere finanziariamente il Fondo Monetraio Internazionale. Richiesta legittima solo secondo il premier.

“Se cerchiamo di proteggere dal contagio un paese dall’altro, dobbiamo chiedere aiuto anche a quei paesi che possiedono riserve e risorse. Credo che potremmo persuaderli….Hanno centinaia di miliardi di dollari: è necessario convincere dalla Cina ai paesi produttori di greggio”.

In occasione della visita a un centro di recupero di detenuti reduci da Guantanamo, Riad non commenta. Fonti governative britanniche affermano però che i sauditi non auspicano certo di diventare ‘la vacca da latte di economie alla deriva’.

Il primo ministro del Qatar avrebbe manifestato la preferenza di cooperare con la comunità internazionale attraverso un oculato piano di salvataggio, piuttosto che con un aiuto economico deciso da pochi.

C‘è da giurare che l’Arabia Saudita avrà un ruolo cruciale nel summit del G20 previsto il 15 novembre a Washington.

Intanto, Gordon Brown prosegue la sua campagna di promozione personale ad Abu Dhabi.