ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Repubblica Democratica del Congo: missione congiunta di Londra e Parigi. Situazione umanitaria "catastrofica"

Lettura in corso:

Repubblica Democratica del Congo: missione congiunta di Londra e Parigi. Situazione umanitaria "catastrofica"

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo l’incontro a Kinshasa col presidente congolese, sono arrivati a Goma i ministri degli esteri di Francia e Gran Bretagna.

i ribelli guidati dal generale tutsi Laurent Nkunda sono alle porte del capoluogo del Nord Kivu. I caschi blu dell’Onu fanno del loro meglio perché la tregua proclamata mercoledi’ scorso tenga.

I responsabili degli esteri di Parigi e Londra chiedono l’applicazione degli accordi già firmati dai presidenti di Ruanda e Repubblica Democratica del Congo a Nairobi nel novembre 2007 e nel gennaio scorso per risolvere la crisi.

“Sono qui, ha detto il ministro degli esteri francese Bernard Kouchner, anche per capire perché dopo tanti sforzi, soprattutto da parte dei congolesi, della comunità internazionale, dell’Europa, non si sia ancora raggiunta la pace. Perché non ci sia ancora stabilità, e perché centinaia di migliaia di rifugiati nei campi profughi vivano in condizionali tanto spaventose.”

Intorno a Goma è ancora il caos, anche sotto il profilo umanitario, e l’Unicef ha definito la situazione catastrofica.

I ribelli hanno messo a ferro e fuoco i campi profugli intorno alla città. E l’esercito governativo congolese, ritirandosi, si è lasciato andare a saccheggi e violenze.

Sono piu’ di 50mila quanti hanno perso tutto negli scorsi giorni: si aggiungono al milione circa di rifugiati nella regione, mai pacificata dopo la guerra civile tra il 1998 e il 2003.