ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tempelhof addio. Chiude l'aeroporto berlinese della guerra fredda

Lettura in corso:

Tempelhof addio. Chiude l'aeroporto berlinese della guerra fredda

Dimensioni di testo Aa Aa

Chiude lo storico aeroporto di Tempelhof, dove, in piena Guerra Fredda, i bombardieri alleati trasportarono oltre due milioni di tonnellate di cibo e forniture. Alla fine degli anni Quaranta fu teatro del ponte aereo che permise di salvare la Berlino Ovest circondata dai sovietici.

Dalla mezzanotte, i Dc-3 dell’epoca saranno per sempre consegnati alla storia. “E’ il migliore aeroporto nel quale abbia volato”, dice un pilota. Tempelhof è il più piccolo dei tre aeroporti della capitale tedesca. Il portavoce della società di gestione di Templehof, Schönefeld e Tegel: “Tempelhof non è nulla di più e nulla di meno che la culla dell’aviazione”.

Per fermare la chiusura dello scalo era stato indetto un referendum, che non ha però raggiunto il quorum. La decisione del sindaco Klaus Wowereits di chiudere Tempelhof, ha deluso molti berlinesi. A tal punto che qualcuno è arrivato a minacciare di morte il primo cittadino. Il futuro di Tempelhof è incerto. Le proposte per sfruttare i suoi 300 mila metri quadrati di superficie vanno dalla costruzione di un centro commerciale a un centro benessere a cinque stelle.