ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Fondo Monetario Internazionale e l'Unione europea prestano 20 miliardi di euro all'Ungheria

Lettura in corso:

Il Fondo Monetario Internazionale e l'Unione europea prestano 20 miliardi di euro all'Ungheria

Dimensioni di testo Aa Aa

Un prestito straordinario da 20 miliardi di euro. Lo hanno concesso all’Ungheria il Fondo monetario internazionale, la Banca mondiale e l’Unione europea. Lo scopo è quello di aiutare Budapest a far fronte alla crisi dei mercati finanziari.

L’economia magiara è stata d’altra parte colpita duramente, col crollo del fiorino, il collasso delle borse e gravi problemi di liquidità per le banche.

Il primo ministro Ferenc Gyurcsany ha commentato con favore la concessione del prestito.

“L’FMI ha posto due condizioni ragionevoli. La prima è che venga previsto un fondo in modo che anche nel caso peggiore si possano spendere le somme stabilite. E questa non è una richiesta difficile, La seconda condizione è che in una situazione del genere non si pensi a ridurre il gettito”.

L’Ungheria diviene così il terzo paese raggiunto dagli interventi del Fondo monetario internazionale, dopo Islanda e Ucraina.

E della necessità di dare all’Fmi più mezzi, e di intervenire tempestivamente laddove ce ne sia il bisgno per evitare il dilagare della crisi, ne hanno parlato ieri a Versailles il presidente francese Nicolas Sarkozy e il premier britannico Gordon Brown.