ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un piano per assassinare Obama: arrestati simpatizzanti neonazisti

Lettura in corso:

Un piano per assassinare Obama: arrestati simpatizzanti neonazisti

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ombra di un complotto per assassinare Barack Obama si insinua nelle elezioni presidenziali statunitensi, a una settimana dal voto. Le autorità del Tennessee hanno arrestato due giovani di 18 e 20 anni, simpatizzanti neonazisti, sospettati di stare preparando un massacro di persone di colore che sarebbe dovuto culminare con l’assassinio del candidato democratico alla Casa Bianca.

“La cosa incredibile di questa campagna – ha detto Obama – è come questi gruppi di odio siano stati marginalizzati. Questa non è l’America, questo non è il nostro futuro. Il nostro futuro è riflesso in questo comizio, qui”. La reazione è arrivata dall’Ohio, dove Obama ha incrociato il rivale repubblicano McCain e dove ha ancora una volta riunito una folla di decine di migliaia di persone. La parola d’ordine, sempre “Cambiamento”.

Obama è sotto la protezione del Servizio Segreto statunitense già dal 2007, poco dopo avere annunciato la candidatura. Protezione di solito garantita ai candidati presidenti al momento dell’investitura del partito, ma per lui arrivata in anticipo.