ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ong chiedono trasparenza a Bruxelles

Lettura in corso:

Ong chiedono trasparenza a Bruxelles

Dimensioni di testo Aa Aa

Bruxelles si tinge di rosa.

Il matrimonio finto che si è celebrato martedì mattina di fronte all’edificio della Commissione europea, gioiso e innafiato con Champagne vero, ha voluto denunciare legami troppo stretti tra la Commisisone europea e Business Europe, la confindustria europea.

La parodia è stata messa in scena dall’Ong “Seattle to Brussels”, che raggruppa una sessantina d’organizzazioni, la maggior parte si batte per un commercio più equo.

È un modo molto concreto per denunciare la connivenza tra la Commissione e le grandi lobby industriali. Il commento di uno degli organizzatori.

Mentre la ceromia fittizia del matriomonio si concludeva, in Commissione si svolgeva una conferenza organizzata da BusinessEurope incentrata sul peso dell’industria europea nel mondo.
La manifestazione coincide anche con l’arrivo del nuovo commissario al Commercio, la britannica Catherine Ashton, che sostituisce Peter MAndelson, al centro di forti critiche, nel Regno Unito, per aver intrattenuto legami troppo stretti con il magnate russo dell’alluminio.