ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Damasco accusa: "Usa dietro il raid". Ma il Pentagono non commenta

Lettura in corso:

Damasco accusa: "Usa dietro il raid". Ma il Pentagono non commenta

Dimensioni di testo Aa Aa

La Siria reagisce con durezza al raid statunitense che ha causato almeno otto morti sul suo territorio.

Secondo Damasco, quattro elicotteri Usa provenienti dall’Iraq hanno aperto il fuoco su uno stabilimento in costruzione nei pressi di Bou Kamal, a otto chilometri dal confine.

Al momento dell’attacco, sul posto si trovavano degli operai, il custode e la moglie. Tra i feriti anche un padre e i suoi quattro figli. L’agenzia di Damasco, Sana, afferma che tutte le vittime sono siriane.

No comment da parte del Pentagono, che finora non ha nè confermato nè smentito le circorstanze denunciate dai media siriani.

In serata, il ministro degli Esteri di Damasco ha convocato l’incaricato d’affari statunitense e quello iracheno per notificargli una protesta ufficiale per quello che è stato definito “un grave attacco”.