ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Cassazione condanna la Germania a risarcimenti per le stragi naziste

Lettura in corso:

La Cassazione condanna la Germania a risarcimenti per le stragi naziste

Dimensioni di testo Aa Aa

Storica sentenza della Corte di Cassazione: la Germania condannata a risarcire i familiari delle vittime delle stragi naziste.

I giudici del Palazzaccio hanno respinto il ricorso che Berlino aveva presentato contro la sentenza di secondo grado che condannava lo Stato tedesco a pagare le famiglie delle vittime del massacro di Civitella, Cornia e San Pancrazio, provincia di Arezzo. Il 29 giugno del 1944 203 persone furono massacrate dai nazisti.

Berlino contesta la sentenza che, secondo Augusto Sinagra, esperto di Diritto Europeo de La Sapienza, sarà di difficile applicazione: “Dubito che la sentenza possa avere applicazione, visto che non credo esistano proprietà dello Stato tedesco che possano essere confiscate dalle autorità italiane” spiega.

La Cassazione ha dato ragione al sostituto procuratore generale Rosin adottando il principio della responsabilità congiunta della Germania con il sergente della Wehrmacht Max Josef Milde già condannato all’ergastolo per la strage. Una decisione che potrebbe aprire la strada a casi analoghi.