ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Argentina: lo Stato nazionalizza i fondi pensione

Lettura in corso:

Argentina: lo Stato nazionalizza i fondi pensione

Dimensioni di testo Aa Aa

Nazionalizzare è la parola d’ordine anche in Argentina. Il presidente della repubblica, Cristina Fernandez Kirchner, ha annunciato che lo Stato gestirà il sistema dei fondi di pensione privati. Il progetto di legge, accolto da scene di giubilo, dovrà essere sottoposto al voto del parlamento dove Cristina Fernandez Kirchner e il suo partito hanno la maggioranza. Il capo dello stato usa toni solenni.

“Siamo alla fine di un’epoca: in questo particolare momento internazionale, la nostra è una decisione strategica”.

Di altro avviso la Borsa di Buenos Aires che all’annuncio è crollata perdendo oltre il 10%. I mercati non hanno creduto alle motivazioni addotte dal governo argentino per giustificare la nazionalizzazione dei fondi pensione. Dubitano, cioè, che lo Stato sia intervenuto per salvare dalla bancarotta le società che li gestiscono.

“Perchè è stata presa questa decisione? – si chiede questo analista – Perchè, evidentemente, sono disperati dato che le casse sono vuote, non hanno soldi per le esigenze di bilancio 2009 e 2010”.

Il valore dei fondi nazionalizzati è di 24 miliardi di euro. Molto critici con la decisione del governo anche i dipendenti dei fondi privati che sono scesi in piazza manifestando il loro disagio e per difendere il posto di lavoro.