ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medvedev in visita in Armenia tenta mediazione sul Nagorno Karabakh

Lettura in corso:

Medvedev in visita in Armenia tenta mediazione sul Nagorno Karabakh

Dimensioni di testo Aa Aa

La sicurezza nell’area del Caucaso e la cooperazione economica. Sono questi i temi principali della visita del presidente russo Dmitry Medvedev in Armenia, uno dei più solidi alleati di Mosca nella regione.

Il capo del Cremlino ha deposto una corona di fiori davanti al monumento in memoria delle vittime del genocidio armeno del 1915-17 ad opera degli ottomani, un punto che ancora divide Armenia e Turchia.

E ha partecipato alla cerimonia per l’inaugurazione della Piazza di Russia, nel centro della capitale Erevan. Un riconoscimento del forte legame che unisce i due paesi.

Ma al di là dei gesti simbolici e delle reciproche attestazioni di amicizia, la visita di Medvedev ha lo scopo di facilitare una soluzione diplomatica per il conflitto territoriale tra Armenia e Azerbaijan sul Nagorno Karabakh, una provincia separatista azera controllata dagli armeni.

Questo contenzioso, che si trascina dal 1988, è uno dei tanti nodi irrisolti lasciati dalla dissoluzione dell’Unione sovietica, insieme a quello tra la Georgia e le due province separatiste dell’Ossezia del Sud e dell’Abkhazia.