ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Europa divisa difronte alla sfida del cambiamento climatico.

Lettura in corso:

L'Europa divisa difronte alla sfida del cambiamento climatico.

Dimensioni di testo Aa Aa

Con l’Italia che frena e chiede di rinegoziare tempi e costi del piano europeo per scongiurare catastrofi ambientali.

I ministri dell’Ambiente dei Ventisette si riuniscono oggi in Lussemburgo – nelle immagini il vertice dello scorso giugno. Il governo di Silvio Berlusconi, dopo le accese polemiche dei giorni scorsi con il Commissario europeo Stavro Dimas, guida un gruppo di Stati che considera gli obiettivi da raggiungere entro il due mila venti troppo onerosi per lo sviluppo economico del Paese.

Rispetto al progetto che punta a diminuire le emissioni gassose del venti per cento, raggiungere il venti per cento di risparmio energetico e il venti per cento di rinnovabili nei dodici anni a venire, l’Italia chiederà una clausola di revisione per valutare l’impatto costi-benefici nel due mila nove.

La Polonia di Donald Tusk, assieme ad altri otto Paesi dell’Est Europa, è sulla stessa linea d’onda. Dal governo italiano è stata ventilata l’ipotesi di opporre il veto se non si trovasse un’intesa.

Dell’accordo, fortemente voluto da francesi e tedeschi, i Ventisette discuteranno a dicembre.