ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Borsa di Mosca in caduta libera, da maggio perso il 73% del valore

Lettura in corso:

La Borsa di Mosca in caduta libera, da maggio perso il 73% del valore

Dimensioni di testo Aa Aa

Si aggrava la crisi finanziazia in Russia. La borsa di Mosca è sprofondata ancora. I due indici principali, l’Rts e il Micex, sono stati sospesi per eccesso di ribasso.

Il mercato russo risente non soltanto della crisi mondiale, ma anche del crollo del prezzo del greggio, visto che l’economia del Paese dipende in gran parte dall’export di petrolio.

Negli ultimi cinque mesi, la Borsa di Mosca ha perso il 73% del suo valore, passando dai quasi 2.500 punti di maggio ai 667 attuali.

L’andamento del mercato sembra non tener conto degli sforzi fatti dal governo, che ha stanziato complessivamente oltre 200 miliardi di dollari.

“Abbiamo preso misure importanti per stabilizzare i mercati finanzari – ha detto il presidente Dimitri Medvedev – e per proteggere i depositi bancari, innalzando la garanzia statale fino a 19.700 euro”.

Da capogiro le perdite nella capitalizzazione di alcune delle maggiori società. Dall’inizio dell’anno le banche Vtb e Sberbank hanno perso tre quarti del loro valore.

Intanto si riaffaccia a Mosca un vecchio incubo, quello degli scaffali vuoti. Diverse catene distributive non hanno soldi per rifornirsi e molti prodotti sono ormai esauriti.