ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Manifestazioni e polemiche all'apertura della prima moschea nell'ex Germania dell'est

Lettura in corso:

Manifestazioni e polemiche all'apertura della prima moschea nell'ex Germania dell'est

Dimensioni di testo Aa Aa

Circa duecento manifestanti, tra abitanti della zona ed esponenti dell’estrema destra, hanno sfilato nel quartiere berlinese di Pankow contro quella che hanno definito l’islamizzazione dell’Europa.

Ma le autorità tedesche sono determinate a sostenere l’iniziativa: “Capisco le preoccupazioni della gente – sottolinea Wolfang Thierse, vice presidente della Camera bassa del Parlamento – ma i pregiudizi sono provocati per lo più alle cose che non conosciamo. Penso che attraverso la conoscenza si possano superare..”

La moschea accoglierà i fedeli della comunità islamica Ahmadiyya, che conta a Berlino circa duecento membri. Il movimento, per i comitati dei cittadini che si oppongono all’apertura del luogo di culto, è ultraconservatore.

“C‘è una fobia anti islamica in Germania – dichiara Abdullah Uwe Wagishauser, portavoce della comunità islamica – credo che in parte sia giustificata. In molti paesi islamici non c‘è libertà di culto e di opinione. Molti cristiani criticano a ragione queste cose.
Ma noi rappresentiamo un tipo di islam che si batte contro queste chiusure”.

Il movimento Ahmadiyya, il cui slogan principale è “Amore per tutti, odio per nessuno”, è nato in India nell’800. Si definisce islamico ma non è riconosciuto dall’ortodossia musulmana perchè si fonda su valori diversi.