ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La banca francese Caisse d'Epargne inciampa sui derivati e perde 600 milioni

Lettura in corso:

La banca francese Caisse d'Epargne inciampa sui derivati e perde 600 milioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Un incidente contabile sul mercato dei derivati costerà alla banca francese Caisse d’Epargne 600 milioni di euro. La perdita è avvenuta nella settimana nera dei mercati finanziari cominciata il 6 ottobre ed è stata annunciata dalla banca stessa, che però ha rassicurato sulla sua solidità finanziaria. Ma i sindacati hanno fatto sentire la loro voce.

“La cosa non mi stupisce. E’ quello che accade quando ci si diverte a scommettere in borsa anche se non è il proprio mestiere né quello dei dirigenti.

La Caisse d’Epargne, che sta discutendo una fusione con Banque Populaire, avrebbe licenziato il direttore finanziario del gruppo e avviato un’indagine interna. L’incidente ha sollevato un vespaio.

Il ministero dell’Economia francese ha chiesto alla Commissione bancaria di avviare un’indagine di controllo in tutti gli istituti del Paese. Il ricordo di quanto accadde alla Société Générale brucia ancora.

Il timore è che in azione ci possano essere altri trader senza controllo come Jerome Kerviel, che in SocGen ha bruciato quasi cinque miliardi di euro.