ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In piazza contro la Gelmini, scuola italiana in rivolta

Lettura in corso:

In piazza contro la Gelmini, scuola italiana in rivolta

Dimensioni di testo Aa Aa

Questa volta la notte bianca in Italia non è di festa, ma di protesta contro la riforma Gelmini. Dalla materna all’università, dalle elementari ai licei, l’Italia che studia e che insegna – o che spera di farlo – scende in piazza. Al centro della protesta, non c‘è più solo il ritorno al maesto unico alle elementari, ma i cambiamenti nell’università. E, soprattutto, i tagli previsti, che si inseriscono nel piano di snellimento previsto della finanziaria 2009.

Da Bologna alla capitale, decine di migliaia gli studenti, i genitori, gli insegnanti uniti. La riforma, dicono alcuni, porterà all’aumento delle rette universitarie e alla riduzione del corpo docenti fino al venti per cento. Per combattere contro tutto ciò, diverse le iniziative: assemblee, scuole occupate, cortei, anche per fermare un progetto che, tra l’altro, rischierebbe di mettere in fuga in molti.

L’agitazione continua nei prossimi giorni. E, con il mondo della scuola in piena bufera, lo sciopero generale di domani si preannuncia imponente.