ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I lander bocciano il piano anti-crisi di Merkel

Lettura in corso:

I lander bocciano il piano anti-crisi di Merkel

Dimensioni di testo Aa Aa

Un forte controllo dei mercati finanziari mondiali. Il Cancelliere tedesco Angela Merkel insiste su questa necessità e sul bisogno di regole condivise all’indomani dell’annuncio del piano anti-crisi da 480 miliardi di euro deciso da Berlino. Merkel è interventua oggi al vertice degli industriali a Berlino:

“I crediti sono la fonte degli investimenti, della crescita economica e del mercato del lavoro. Non c’era alternativa al piano che abbiamo annunciato”.

Ma sulla strada del piano varato dal governo s’abbatte il rifiuto dei lander. Gli stati regionali saranno chiamati a contribuire complessivamente per il 35%. Impensabile secondo Horts Seehofer, Premier in pectore del governo regionale bavarese:

“Se dovessimo mettere a disposizione una cifra di quell’ordine per il piano di salvataggio resteremmo senza copertura finanziaria a tempo indeterminato”.

Intanto per il sistema Paese il cammino sembra in salita: l’economia tedesca è sull’orlo della recessione. A dirlo sono gli 8 grandi centri studio tedeschi che hanno presentato a Berlino il rapporto autunnale. Per l’anno prossimo, crescita prossima allo zero.