ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un piano per uccidere Saviano entro Natale

Lettura in corso:

Un piano per uccidere Saviano entro Natale

Dimensioni di testo Aa Aa

Che fosse nel mirino della Camorra era cosa già nota, e per questo Roberto Saviano aveva anche ottenuto la scorta. La novità è che rischierebbe di essere ucciso entro Natale.

A rivelarlo, le confessioni di un pentito di casa Schiavone, Carmine, cugino di quel “Sandokan” dei Casalesi tante volte menzionato nel romanzo e arrestato nel giugno scorso.

Il pentito, che collabora con la giustizia dal 1993, sarebbe pero’ fuori dai giochi del clan dei Casalesi e proprio per questo la Direzione distrettuale antimafia di Napoli dovrà verificare la fondatezza della rivelazione.

Quella scritta da Saviano non è certo la prima storia di malavita che arriva dall’Italia, ma con la leggerezza di un romanzo ha rivelato nomi e traffici della camorra e come mai prima, ha annullato ogni distanza tra l’Italia e il resto del mondo.

Secondo il pentito, Saviano avrebbe dovuto saltare in aria insieme alla sua scorta sull’autostrada Roma – Napoli. Un triste copione che riporta alle memoria le stragi di Capaci e via d’Amelio.