ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Parigi l'Europa studia una risposta alla crisi sul modello britannico

Lettura in corso:

A Parigi l'Europa studia una risposta alla crisi sul modello britannico

Dimensioni di testo Aa Aa

I Paesi della zona euro al lavoro su un obiettivo impegnativo: una strategia per uscire dalla crisi finanziaria.

All’Eliseo il presidente francese Nicolas Sarkozy ha accolto i capi di Stato e di governo di Eurolandia che tenteranno di fissare misure ispirate a quelle presa da un Paese che non ha adottato la moneta unica, la Gran Bretagna.

I leader dell’eurogruppo vogliono evitare un nuovo tracollo dei mercati, reduci dalla peggior settimana della loro storia.

“Cercheremo di condurre tutta l’Europa nella stessa direzione, coordinata e ambiziosa”, ha detto Sarkozy. “Ecco cosa mi aspetto: che l’Europa parli con una sola voce, naturalmente per gli europei, ma anche per il mondo, visto che la crisi è mondiale”.

Prima della riunione straordinaria, Sarkozy è stato a colloquio con Gordon Brown, che ha suggerito agli europei un approccio simile a quello britannico. Ossia nazionalizzazioni parziali delle banche e garanzie dei prestiti.

Bocciata l’idea di un fondo europeo comune per salvare le banche, i Paesi hanno preferito finora prendere misure a livello nazionale.