ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Austria sotto choc dopo la morte di Haider

Lettura in corso:

Austria sotto choc dopo la morte di Haider

Dimensioni di testo Aa Aa

Che lo si amasse o no, era impossibile ignorarlo. Gli austriaci, elettori e politici, hanno accolto con costernazione la scomparsa di Jörg Haider.

Alcuni si sono ritrovati davanti a quello che era il suo ufficio.

Un’elettrice ha commentato: “Non ci sono più uomini come lui, ha fatto qualcosa per tutti, c’era sempre per chiunque avesse bisogno”.

E una ragazza: “Penso che sia triste che il signor Heider sia morto, perché era il miglior politico per noi, ha fatto molto per gli abitanti della Carinzia, salutava sempre tutti per strada”.

Scossa anche la classe politica. Il socialdemocratico Werner Faymann è stato incaricato nei giorni scorsi di formare il prossimo governo.

“La notizia della morte di Jörg Haider – dice – mi ha profondamente colpito. Jörg Heider ha fatto molto per la Carinzia, ha anche provocato scontri, ma ha plasmato la politica del nostro paese per anni”.

Commosso anche il suo principale rivale nell’estrema destra, Heinz-Christian Strache: “Jörg Heider ha compiuto grandi cose, era un uomo politico dallo stile completamente nuovo negli anni Novanta, con il suo modo di avvicinarsi alla gente, ha vissuto vicino ai cittadini, ha contribuito enormemente alla democratizzazione dell’Austria, era una grande personalità, che rispettiamo nonostante tutte le differenze che ci hanno divisi alla fine, quando siamo andati in direzioni diverse”.

Un politico controverso, ma imprescindibile. Così gli austriaci, e la storia, ricorderanno Jörg Heider. Inclusi i suoi oppositori.