ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Referendum autogestito a Vicenza sul raddoppio della base Usa: buona l'affluenza

Lettura in corso:

Referendum autogestito a Vicenza sul raddoppio della base Usa: buona l'affluenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Buona affluenza al referendum autogestito di oggi a Vicenza, in Italia, indetto da associazioni e comune sull’allargamento della base dell’aeronautica statunitense presente in città. Alle 12 aveva votato quasi il 10 per cento degli aventi diritto.

Un referendum con il solo valore consultivo, non ben visto dal governo, tanto che il premier Berlusconi aveva scritto al sindaco per chiedergli di sospenderlo, e che divide i vicentini.

“Non serve a niente”.

“Ho votato perché non sono daccordo con la base”.

Contro il progetto di estensione della caserma statunitense da tempo si battono numerose associazioni pacifiste. Il tentativo di convocare una consultazione in via ufficiale si è infranto con la pronuncia del Consiglio di Stato, che il primo ottobre ha sospeso le procedure.

La base aerea di Vicenza è una delle più importanti basi militari statunitensi in Italia, ed è considerata strategica per gli interventi militari in tutto lo scacchiere mediorientale e dell’est europeo.