ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles propone un congedo più lungo per le mamme lavoratrici

Lettura in corso:

Bruxelles propone un congedo più lungo per le mamme lavoratrici

Dimensioni di testo Aa Aa

Sovente criticata per non essere abbastanza vicina ai cittadini europei, la Commissione di Bruxelles ha varato un pacchetto di misure per aiutare le famiglie che scelgono di avere un figlio.

Tra le proposte di modifica della legislazione attuale, l’estensione del periodo minimo di congedo maternità da 14 a 18 settimane, con una retribuzione non inferiore a quella prevista per l’indennità di malattia.

Se in Italia il congedo maternità è di cinque mesi con l’80% dello stipendio, in molti paesi europei le 18 settimane non sono garantite: è il caso, ad esempio, di Germania, Belgio e Francia. Il Regno Unito offre invece uno dei congedi più lunghi, 26 settimane, e ancor meglio fa la Bulgaria, con 45 settimane.

La Commissione vuole estendere gli stessi benefici alle lavoratrici autonome, su base volontaria, come già avviene in Italia e in altri 18 paesi europei. E prevede maggiori garanzie contro il licenziamento anche nei sei mesi successivi alla ripresa dell’attività lavorativa.

Novità che non piacciono ad alcuni rappresentanti del settore imprenditoriale: “Non condividiamo queste proposte perché rappresentano un onere in più a carico delle piccole aziende e perché non crediamo che aiutino le donne a conciliare meglio lavoro e famiglia. A questo fine, sarebbe più utile aprire un maggior numero di asili nido, aumentare la flessibilità degli orari di lavoro e la possibilità di ottenere un part time”.

Per essere adottato, il pacchetto dovrà passare al vaglio del Parlamento europeo e venire approvato dai Ventisette, finora poco inclini ad armonizzare le norme nazionali di diritto sociale.