ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La crisi dell'auto getta un'ombra sul salone di Parigi

Lettura in corso:

La crisi dell'auto getta un'ombra sul salone di Parigi

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ tutto uno scintillare di luci e colori al salone mondiale dell’auto di Parigi, la più grande manifestazione europea del settore. Auto più piccole e più ecologiche, ma soprattutto piene di gadget e di idee, per rendere l’esperienza di guida qualcosa di nuovo e piu’ gradevole.

Ma il timore è che si tratti di un modo per nascondere la realtà dell’industria dell’auto: molto negativa, col 5,5% di ribasso, quest’anno, nella media delle vendite, percentuale che inverte la tendenza positiva degli ultimi 2 anni. E secondo molti osservatori, le cose potrebbero andare ancora peggio e la crisi potrebbe continuare anche nei prossimi anni.
I produttori di auto di lusso si stanno letteralmente scervellano per trovare nuove attrattive per i clienti, visto che sono proprio i segmenti alti a registrare l’andamento più critico.

Nel mercato europeo, sono le auto tedesche di lusso a far registrare la caduta più consistente, ma non si salvano nemmeno marchi multinazionali come General Motors e Ford e la giapponese Toyota. La politica di tutti, quindi, marchi di nicchia compresi, è quella di sfornare nuovi modelli: la novità per combattere una delle crisi più temibili degli ultimi decenni.