ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Voto in Baviera, crolla la CSU. "Solo" al 43%


mondo

Voto in Baviera, crolla la CSU. "Solo" al 43%

Il governo bavarese non sarà più monocolore cristiano sociale. La CSU di Gunther Beckstein, alleato cardine, partito fratello della CDU del cancelliere tedesco Angela merkel perde la maggioranza assoluta nelle elezioni regionali. Per la prima volta da oltre quarant’anni scende sotto il cinquanta per cento. Dal sessanta virgola sette del duemilatre i dati parziali la danno intorno al quarantatre per cento dei voti.

La portata del calo è superiore a quanto ci attendessimo, E’ stata una doccia fredda, un risultato che dovremo amaliyyare con grande attenzione a partire dalle prossime ore. Restano a livelli da minimo storico i socialdemocratici di Franz Maget, qui nelle immagini, fermi su un esiguo venti per cento. Un segnale di sfiducia per la Grande coalizione che governa la Germania.

“Avremmo potuto ottenere di piu, lo devo ammettere – è il commento di Maget sui risultato della SPD – ma la notizia di oggi è un’altra, la corposa sconfitta della CSU, che nessuno prevedeva sarebbbe stata di queste proporzioni”.

Certo il crollo CSU, pur sempre il partito vincitore, è un problema per il fronte cristiano democratico tedesco, la CDU del cancelliere Angela Merkel, che assiste all’arretramento storico in Baviera a un anno dalle elezioni politiche nazionali.

Si apre per CSU la fase delle alleanze possibili: con i liberali o col partito dei liberi elettori, entrambi in crescita, intorno al dieci per cento. La sinistra di Oskar Lafontaine avrebbe invece mancato l’auspicato cinque per cento per entrare nel parlamento regionale.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Austria - elezioni