ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'accordo con i piloti salva Alitalia

Lettura in corso:

L'accordo con i piloti salva Alitalia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il piano di salvataggio di Alitaila sembra finalmente pronto a decollare: nella notte tra venerdì e sabato, dopo 15 ore di trattative, i sindacati dei piloti della compagnia di bandiera hanno detto si’ al piano della CAI.
Resta da ottenere l’accordo degli assistenti di volo, che si riuniranno lunedì, e da cui si attende il via libera definitivo.
I piloti avranno un contratto da dirigenti, piu’ vantaggioso di quelli degli altri dipendenti. La CAI, inoltre, ha accettato di assumere 139 piloti in piu’ dei 1.550 inizialmente previsti.
La nuova compagnia, che nascerà dalla fusione della compagnia di bandiera con Air One avrà una flotta di 153 aerei, per 141 destinazioni contro le quasi 200 attuali. 3.250 lavoratori perderanno il posto.
Ora gli occhi sono puntati all’estero, per un partenariato con una compagnia straniera.
Nella battaglia che oppone la compagnia di bandiera francese a quella tedesca e’ in gioco l’avvenire di Malpensa. In un’intesa con Air France-KLM lo scalo milanese subirebbe il taglio di una trentina di tratte, dirottate sugli hub di Parigi e Amsterdam. Lufthansa, al contrario, propone di conservare almeno 73 destinazioni, che permetterebbero all’aeroporto lombardo di conservare un ruolo di primo piano.
Con il salvataggio in extremis di Alitalia dal fallimento che si prospettava fino a qualche giorno fa, il premier Silvio Berlusconi, in prima linea nel salvataggio della compagnia aerea fin dalla campagna elettorale, tira un sospiro di sollievo.