ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Austria attende un risultato record per la destra estrema

Lettura in corso:

L'Austria attende un risultato record per la destra estrema

Dimensioni di testo Aa Aa

Il voto anticipato di domenica sembra destinato a riportare l’Austria verso l’estrema destra. Il fallimento in luglio della coalizione fra i social-democratici dell’Spo e i conservatori dell’Ovp ha creato un clima di sfiducia che va a vantaggio dei partiti radicali. A cominciare dal Partito della libertà di Heinz-Christian Strache. Non esente da critiche:

“Strache è troppo estremo per la mia visione delle cose” dice una signora di Vienna. “E’ un populista puro e questo non mi piace. Non lo prendo nemmeno in considerazione”.

“E’ molto probabile che Strache ottenga un ampio consenso” dice una ragazza. “Personalmente spero che non si torni ad una grande coalizione”.

Strache ha basato la sua campagna sulla lotta al “rischio di un’islamizzazione dell’Europa” e si batte per politiche migratorie più rigide. Erede di Jorge Haider alla guida dell’Fpo, potrebbe ottenere assieme a quest’ultimo un risultato record. Lo spiega un’analista del Centro di Ricerche Sociali di Vienna:

“Diciamo che sulla totalità dei voti i partiti della destra estrema potrebbero ottenere almeno quanto alla fine degli anni Novanta, nel 1999 ebbero complessivamente il 27%”.

Significherebbe che la destra xenofoba potrebbe diventare la seconda forza del Paese. Riportando l’Austria indietro di alcuni anni, quando la coalizione fra i conservatori e la destra ultranazionalista di Haider, attuale governatore della Carinzia, si attirò le critiche di tutt’Europa.